LA GIORNATA DELLA RICERCA

La Fondazione Silvio Tronchetti Provera, attiva dal 2001, promuove iniziative di collaborazione tra industria, mondo accademico e società, sostiene la ricerca scientifica e tecnologica e appoggia la formazione di giovani talenti per rilanciare la crescita e la competitività del nostro Paese a livello internazionale.

Oltre trenta progetti di ricerca finanziati in vari settori di interesse industriale (tra i quali Economia e Innovazione, Telecom Systems, Information Science e Fotonica), numerosi assegni di ricerca e dottorato concessi, una collana in via di pubblicazione, un'iniziativa editoriale dedicata alle scienze e una serie di partnership in fase di avvio con università e centri di ricerca nazionali e internazionali.

Tutte questa attività sono state presentate il 24 settembre 2004 presso l'auditorium Pirelli Real Estate ad una platea di sostenitori, ricercatori, aziende e università partner nel corso del tradizionale incontro annuale. Erano infatti presenti il professor Umberto Veronesi, i rettori Carlo Secchi (Università Bocconi), Marcello Fontanesi (Università di Milano Bicocca), Giulio Ballio (Politecnico di Milano) e il rettore dell'Università di Zurigo, oltre ai rappresentanti delle aziende partner della Fondazione (Cisco Systems, Microsoft, Pirelli, STMicroelectronics, Telecom Italia, Tim, Value Partners) e numerosi esponenti del mondo scientifico e accademico.

Tutti i progetti sono stati portati avanti all'insegna dell'interdisciplinarietà, come ha affermato Marco Tronchetti Provera, presidente e promotore della Fondazione: "Occorre superare tutte le barriere che per troppo tempo hanno tenuto distanti tra loro le varie discipline, portando il nostro Paese a perdere molte occasioni. Per questo, la Fondazione promuove il massimo dell'apertura tra le varie materie, ma anche tra università, società e componenti del mondo industriale, italiano e internazionale".

A fare gli onori di casa, oltre a Marco Tronchetti Provera, c'era il direttore Lucio Pinto, motore di tutte le attività della Fondazione. Due sono state le novità illustrate durante la giornata: la prima riguarda l'istituzione della "Silvio Tronchetti Provera Fellowship" grazie alla quale, a partire dal 2005, ogni anno due ricercatori italiani in discipline legate all'Information Technology potranno svolgere parte del loro dottorato presso il prestigioso MIT (Massachusetts Institute of Technology) di Boston. Si tratta del primo accordo di questo tipo tra il MIT e un ente di ricerca italiano. La seconda novità è stata la presentazione in anteprima del libro "Full Internet Mobility in a 3G-4G Mobile Environment" di Margherita Pagani (Università Bocconi). Obiettivo dell'iniziativa quello di divulgare in tutto il mondo e in lingua inglese gli studi dei migliori ricercatori italiani.

Tra gli altri progetti l'ingegner Alberto Amati ha presentato uno studio sulle reti "intelligenti", frutto di una collaborazione tra Cisco Systems e il Politecnico di Milano.

Il professor Michele Mazzanti (Università La Sapienza) e il ricercatore Paolo Cesare, hanno illustrato la loro ricerca sugli effetti delle onde elettromagnetiche sui preparati biologici. Dalle loro sperimentazioni emergerebbe un basso impatto delle onde elettromagnetiche ad alta frequenza sulle cellule umane. Alberto Gallini ha presentato una ricerca STMUniversità di Milano Bicocca sullo sviluppo di nuovi computer basati su dispositivi a livello nanometrico, lasciando poi la parola a Stefano Brusoni (Università Bocconi) che ha illustrato il suo studio sull'innovazione in sistemi complessi.

Nel corso della giornata, sono stati presentati anche uno studio dell'azienda biotecnologica Genextra sui geni che determinano l'invecchiamento e un esperimento congiunto Pirelli Labs-Telecom Italia Lab per la realizzazione a distanza dell'elettrocardiogramma utilizzando le reti di telefonia fissa e mobile.

La Fondazione Silvio Tronchetti Provera e la Fondazione Veronesi, parafrasando l'intervento conclusivo dello stesso professor Veronesi, continueranno a impegnarsi con nuove e sempre più importanti iniziative per dare rappresentatività alle scienze, riportandole al centro del dibattito e della società.

Massachusetts Institute of Technology
Dr.ssa Margherita Pagani